sostenibilità

Una gara rivolta al futuro, attenta ai dettagli

il nostro pianeta, il nostro futuro

Ci impegniamo costantemente a organizzare tutti i nostri eventi nel modo più sostenibile possibile.

La Modena Cento Ore è stata la prima gara di settore a emissioni zero.

Dal 2015 la Modena Cento Ore adotta un approccio consapevole in campo di tutela e sostenibilità ambientale con due azioni concrete:

Scuderia Tricolore e Canossa Events si schierano insieme per la tutela dell’ambiente, confermando il loro approccio nel creare eventi a zero emissioni.

Validato secondo lo standard internazionale UNI EN ISO 14064, il progetto CarbonZero, concepito e sviluppato da Studio Alfa consente un’elaborazione rapida dell’inventario emissivo dell’iniziativa sulla base di opportuni fattori emissivi e propone soluzioni immediate di carbon management.

Nel caso specifico della Modena Cento Ore, l’impatto ambientale della gara verrà compensato tramite la piantumazione di un numero tale di alberi da bilanciare completamente la quantità di anidride carbonica. Inoltre, un’attenta scelta di fornitori, servizi alberghieri e racing partners contribuirà a ridurre ulteriormente le emissioni.

“Le auto storiche sono un patrimonio da preservare così come lo è il nostro meraviglioso pianeta."

Con queste parole Luigi Orlandini spiega le ragioni di questa scelta.

“Se pure le emissioni complessive di tutte le auto storiche sono del tutto irrilevanti a livello planetario rispetto a quelle derivanti da trasporti, energia, industria e allevamento, ci sembra giusto e doveroso fare la nostra parte per l’ambiente in cui viviamo: i nostri equipaggi hanno potuto così lasciare la traccia delle proprie ruote sulle belle strade d’Italia, senza rilasciare emissioni dannose per il clima.”

Il nostro impegno, la nostra comunità

Da tempo abbiamo avviato una continuativa  collaborazione con il Panathlon Club di Modena, sponsorizzando da anni un progetto volto a rendere accessibile lo sport anche alle persone con disabilità.

Finanziamo anche diversi altri progetti, molti dei quali si rivolgono ai bambini.

Oltre a sostenere i nostri progetti attuali, siamo sempre orgogliosi di intervenire in aiuto delle persone bisognose. Canossa era ancora agli albori nel 2012, ma l’azienda decise di donare tutto il suo ricavato per aiutare a ricostruire alcune delle case distrutte nel terremoto che sconvolse l’Emilia.

Infine, durante la pandemia da Covid-19, siamo stati lieti di aver potuto aiutare il nostro ospedale locale ad acquisire i tanto necessari dispositivi di protezione.